top of page

Le Minchiate nacquero a Firenze in seguito all’ampliamento dei Tarocchi da 78 a 96 carte. I due mazzi, in effetti, sono quasi identici, senonchè le Minchiate hanno 42 Trionfi anziché 22. L’anonimo inventore, infatti, aggiunse al mazzo tradizionale i dodici segni zodiacali, i quattro Elementi, le tre Virtù Teologali e la figura della Prudenza. Le carte numerali sono le stesse, con semi italiani, ma le figure di corte si differenziano per il fatto che al posto dei Cavalieri vi sono esseri fantastici con il corpo animale e il busto umano.
Ma quando nacquero esattamente le Minchiate?
Non si sa di preciso. Qualcuno sostiene che siano comparse verso il 1460, ma testi inequivocabili risalgono agli inizi del Cinquecento. In realtà, gli esemplari più antichi sono alcuni fogli intonsi denominati “Fogli Rosenwald”, della fine del XV secolo o inizi XVI, conservati alla National Gallery of Art di Washington D.C., negli USA, e allo Spielkarten Museum di Leinfelden, in Germania. Però, nonostante le somiglianze con le Minchiate, c’è chi sostiene che si tratti di un altro tipo di carte.


Sono sicuramente Minchiate, invece, i cosiddetti “Germini di Ronciglione”, della fine del Cinquecento, e i “Germini di Leinfelden”, della metà del Seicento, conservati allo Spielkarten Museum. Sono fogli intensi che non contengono tutte le figure, ma è evidente che si tratta di Minchiate.
I più antichi mazzi oggi conosciuti risalgono agl’inizi del Settecento. In quel secolo, le Minchiate si diffusero anche fuori della Toscana, arrivando fino in Francia, dove l’incisore Francois de Poilly realizzò a Parigi, verso il 1730, una bellissima variante con figure mitologiche.
Altre varianti interessanti sono le “Minchiate storiche” (Firenze, 1725) e le “Minchiate geografiche” (Firenze, 1779).


Il mazzo qui presentato, del quale si conoscono anche meravigliosi esemplari stampati su seta, è forse il più bello che sia mai stato realizzato. Fu inciso verso il 1720 da un anonimo maestro fiorentino, e per la raffinatezza delle sue immagini ebbe notevole fortuna per tutto un secolo. Infatti, il retro con la legenda “Etruria” prova che venne stampato fra il 1806 e il 1814. Nel corso dell’Ottocento, le Minchiate si avviarono a un declino inesorabile e solo in tempi recenti si e risvegliato l’interesse per questo gioco di abilità e di intelligenza. (Giordano Berti)

Minchiate Fiorentine

SKU: 00089
€ 48,00Prezzo
  • 1806

    Autore/i: Anonimo

    Editore: Lo Scarabeo – RBA – Fabbri

    78 carte, Milano

    SENZA LIBRETTO

Pagina prodotto: Stores Product Widget
bottom of page